Il 19 di dicembre ho partecipato a Roma, presso la sede dell’ENEA, al seminario organizzato dalla Commissione Ricerca e Reattori Innovativi dell’Area Nucleare sul tema delle LENR, reazioni nucleari a bassa energia (Low Energy Nuclear Reactions).

Si è trattato di un incontro tecnico che ha visto un notevole successo di pubblico e la presenza di alcuni ricercatori attivi in questo campo che, come dimostra l’E-CAT di Andrea Rossi, potrebbe avere sviluppi interessantissimi dal punto di vista industriale contribuendo all’avvento di una vera e propria “rivoluzione energetica”.

La relazione principale è stata presentata dall’Ing. Vittorio Violante, che ha spiegato mostrando grafici e diagrammi come dal suo punto di vista le LENR siano una realtà, riferendosi però alle reazioni Deuterio – Palladio. Ad una precisa domanda rivolta da una persona del pubblico se lui conoscesse il lavoro di Andrea Rossi l’Ing. Violante ha risposto – a mio avviso in modo sorprendente – di non saperne nulla.

All’evento, trasmesso in diretta straming, ha partecipato come ospite l’Onorevole e ingegnere ambientale Davide Crippa (accanto a me nella foto qui a destra), del gruppo Parlamentare dei Cinque Stelle, a dimostrazione di come lui ed il Movimento di cui fa parte siano molto attenti alle problematiche che hanno come tema lo sviluppo di tecnologie energetiche sostenibili.

Durante la pausa (che ha preceduto l’intevento del Prof. Alberto Carpinteri) ho avuto con lui uno scambio di opinioni e apprezzato il “sano scetticismo” di chi si avvicina a settori di ricerca che non hanno ancora avuto l’avvallo della comunità scientifica mainstream.

Purtroppo c’è invece chi, per spirito di bastian contrario o peggio per interessi personali, continua ancora oggi nonostante gli eventi accaduti a ritenere le LENR junk science e Andrea Rossi poco credibile, come testimoniano certe dichiarazioni che è possibile reperire sul web.

Trovo comunque significativo il fatto che un ente di ricerca con un glorioso passato come l’ENEA abbia messo a disposizione i locali della sua sede centrale dove si organizzano congressi, convegni e workshop a carattere nazionale e internazionale.

Una slide della presentazione dell’Ing. Alberto Taglioni (Presidente Commissione Ingegneria Nucleare dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma).

Forse qualcosa si sta veramente muovendo anche in Italia e magari, anche se al grande pubblico non è ancora giunta quasi nessuna informazione, agli organi Istituzionali cominciano ad affluire “segnali” da prendere seriamente in considerazione.

Se vuoi condividerlo...Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Facebook
Facebook
Email this to someone
email

Lascia un commento